Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Informazioni di sicurezza

 

Informazioni di sicurezza

In considerazione della gravità della situazione di sicurezza e dell’elevato rischio di sequestri ed attentati a danno di stranieri in tutto il territorio nazionale, si sconsigliano viaggi a qualsiasi titolo in Afghanistan.

Negli ultimi mesi, in particolare, le condizioni di sicurezza hanno subito un sensibile deterioramento in tutto il Paese, incluse le principali città (Kabul, Herat, Mazar-e-Sharif, Jalalabad, Kandahar, Kunduz). Restano critiche le aree meridionali e sud-orientali ed è peggiorata la situazione anche nel nord e nell’ovest del Paese.

E’ assai elevato il rischio di attentati nelle principali città, incluse la capitale ed Herat, e nelle altre zone del Paese, ai danni di obiettivi istituzionali o di strutture frequentate da stranieri (guest house, alberghi, ristoranti, uffici, abitazioni, veicoli, mercati, etc.). 

Un aggravamento delle condizioni di sicurezza si prospetta in conseguenza dell'annuncio dei risultati delle elezioni presidenziali tenutesi nel settembre 2019. Restano fonte di preoccupazione per la sicurezza altri eventi particolari, a Kabul come nelle altre città, quali celebrazioni di festività religiose, manifestazioni, ricorrenze, eventi pubblici.

E' alto il rischio di attentati tramite IED (Improvised Explosive Device) posti lungo il ciglio delle strade, portati indosso da attentatori suicidi o caricati su automobili o altri mezzi motorizzati. I luoghi frequentati da personale internazionale a Kabul e i principali edifici governativi rappresentano obbiettivi privilegiati per attacchi c.d. "complessi" che prevedono l'esplosione di una autobomba o attentatore suicida seguite dall' irruzione di un commando armato. L'elevato numero di mine presenti nel Paese rendono estremamente pericolosi gli spostamenti al di fuori delle principali vie di comunicazione presenti all'interno delle aree urbane.

Gli scontri con l'insorgenza talebana sono aumentati in numero, intensità e distribuzione geografica. Sono più frequenti gli attentati contro convogli e strutture militari NATO ed ANDSF (forze di sicurezza nazionali afghane) e contro gli aeroporti. Si sono altresì verificati lanci di razzi sulle principali città, sul quartiere diplomatico nel centro di Kabul e contro basi militari internazionali.

AVVERTENZA
Ai connazionali - giornalisti inclusi - che, sotto la propria esclusiva responsabilità, decidessero nonostante il parere contrario dell’Ambasciata di recarsi comunque in Afghanistan, si raccomanda di contattare, sia prima della partenza sia dopo l'arrivo nel Paese, l'Ambasciata d'Italia a Kabul, utilizzando i seguenti canali:

  • cellulari di reperibilità in casi d’emergenza attivi 24h/24: + 93(0)798606065; +93(0)700288942
  • numeri telefonici in orario d’ufficio: +93(0)202103144; +93(0)798606061; +93(0)798606062; +93(0)798606063
  • e-mail: ambasciata.kabul@esteri.it; connazionali.kabul@esteri.it 

segnalando sempre preventivamente i mezzi di contatto (es. numeri di telefono locali ed italiani, e-mail, ecc.), la data di arrivo e partenza dal paese, il luogo di soggiorno ed ogni spostamento sul territorio e di attenersi scrupolosamente durante la permanenza alle norme di comportamento qui di seguito suggerite, nonché ad ogni altra indicazione fornita di volta in volta dall’Ambasciata. Registrare i dati del proprio soggiorno in Afghanistan anche sul sito internet www.dovesiamonelmondo.it

PER ULTERIORI INFORMAZIONI
Per approfondimenti ed ulteriori informazioni, visitare la pagina dedicata del portale “Viaggiare Sicuri”.

 

 (Aggiornato il 19.01.2019)


Luogo:

Kabul

Autore:

Ambasciata d'Italia a Kabul

190