Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Immatricolazioni universitarie per studenti afghani: anno accademico 2017/2018

Data:

27/03/2017


Immatricolazioni universitarie per studenti afghani: anno accademico 2017/2018

Si comunica che dal 20 marzo al 25 luglio 2017 sono aperte le preiscrizioni alle università italiane e alle Istituzioni per l’Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM) per gli studenti stranieri/internazionali.

Il modulo di preiscrizione nonché tutte le informazioni (documentazione da allegare, calendari, etc.) sono disponibili al sito "Studiare in Italia" che gli interessati sono invitati a consultare con attenzione 

Gli interessati dovranno avere cura di provvedere autonomamente al reperimento delle informazioni specifiche di ciascuna università, relative in particolare alla data di inizio dei corsi. Gli indirizzi aggiornati delle università italiane sono disponibili sul sito web http://cercauniversita.cineca.it, mentre gli indirizzi aggiornati delle scuole AFAM sono reperibili sul sito web http://www.afam.miur.it.  

Le procedure per l'ingresso, il soggiorno e l'immatricolazione degli studenti stranieri/internazionali ai corsi di formazione superiore in Italia l’Anno Accademico 2017-18 sono disponibili sull’apposita Circolare del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR), qui disponibile in italiano e inglese.

L’allegato 1 a tale Circolare, qui disponibile in italiano e inglese, fornisce le informazioni utili sui titoli di studio esteri validi per l’accesso alle università italiane.

Dopo aver verificato con l’istituzione prescelta di essere in possesso dei requisiti per l’accesso al corso universitario selezionato, gli studenti di nazionalità afghana dovranno presentare domanda di preiscrizione all’Ambasciata italiana a Kabul, richiedendo un appuntamento all’indirizzo consolare.kabul@esteri.it.  

I documenti da presentare il giorno dell’appuntamento sono i seguenti:

  • form A (qui disponibile in italiano e inglese) compilato e firmato. E’ fondamentale specificare in maniera chiara il nome dell’università scelta, del corso di studio e la lingua di studio desiderata. La domanda può essere presentata per una sola università e per un unico corso di studi;
  • lettera di pre-accettazione da parte dell’università italiana;
  • passaporto in corso di validità;
  • fotocopia autenticata del titolo finale o certificato sostitutivo degli studi di scuola secondaria tradotto e legalizzato dalla Rappresentanza italiana competente per territorio (l’Ambasciata italiana a Kabul può attestare solo i titoli rilasciati da istituzioni afghane: chi ha completato all’estero o secondo ordinamenti stranieri i suoi studi superiori deve richiedere la dichiarazione di valore al Consolato italiano di riferimento nel Paese dei suoi studi e presentare la dichiarazione di valore all’appuntamento; senza la dichiarazione di valore potrà comunque richiedere di essere ammesso con riserva);
  • fotocopia autenticata del titolo finale o certificato sostitutivo degli studi universitari che danno accesso al corso prescelto in Italia, tradotto e legalizzato dalla Rappresentanza italiana competente per territorio (l’Ambasciata italiana a Kabul può attestare solo i titoli rilasciati da istituzioni afghane: vedi sopra);
  • due fotografie, di cui una autenticata;
  • certificati di conoscenza della lingua italiane e inglese;
  • due fotocopie a colori di ogni documento presentato.

La documentazione di studio tradotta, legalizzata e munita della dichiarazione di valore sarà restituita, entro la data stabilita dal MIUR, ai candidati ammessi che dovranno presentarla all'università per l'immatricolazione.

Successivamente gli studenti ammessi dovranno presentare domanda di visto per studio presso l’Ambasciata italiana a Kabul (consolare.kabul@esteri.it; kabul.visa@esteri.it). Maggiori info sulle procedure di visto sono disponibili alla pagina dell’Ambasciata dedicata a tale servizio (clicca qui) e sul portale “Visto per l’Italia" (clicca qui).


Luogo:

Kabul

215