Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Scheda Paese

 

Scheda Paese

La situazione economica in Afghanistan evidenzia alcuni elementi incoraggianti a dispetto di una situazione di sicurezza fortemente degradata, che impatta negativamente sul clima degli affari nel Paese. Tra gli aspetti di maggior rilievo dalla caduta del regime talebano, il prodotto interno lordo (Pil) pro-capite è passato da 120 a 624 dollari, indicatore sintetico che aiuta a spiegare i positivi risultati raggiunti nella riduzione della mortalità infantile (da 1.600 a 324 ogni 100.000 persone) e nell’aumento dell’aspettativa di vita (passata da 44 a 60 anni). Allo stesso modo, il tasso di crescita del Pil segna un andamento positivo, stimato al 2,5% per il 2017 e al 3% per il 2018. Circa la posizione debitoria del Paese, il rapporto deficit/Pil ha imboccato negli ultimi anni un percorso di progressivo riassorbimento, segnando valori prossimi allo zero.

L’impegno dei donatori internazionali ha contribuito in maniera significativa anche al miglioramento nella raccolta e gestione delle entrate fiscali da parte delle autorità del Paese, che attualmente corrispondono al 16% del Pil, con l’obiettivo di portarle al 20% entro il 2020. A riprova del giudizio sostanzialmente positivo circa la sostenibilità delle finanze pubbliche afghane, il Fondo Monetario Internazionale continua a sostenere la possibilità per altri enti, pubblici o privati, di concedere crediti di aiuto al Paese. L’andamento socio-economico dell’Afghanistan resta, in ogni caso, pesantemente influenzato dal clima di insicurezza e di instabilità, scoraggiando gli investimenti e ritardando le necessarie riforme in materia fiscale, bancaria e di anti-corruzione. I progressi in relazione al consolidamento delle istituzioni e della governance complessiva, nonché del controllo del territorio, restano pertanto obiettivi prioritari per il rafforzamento del sistema socio-economico del Paese.

La crescita economica dell'Afghanistan è anche fortemente dipendente dalla capacità di integrazione regionale delle economie dei Paesi limitrofi e dei rispettivi sistemi infrastrutturali, particolarmente i trasporti che potrebbero rendere il Paese un "hub" di primaria importanza per la sua posizione strategica.


227